Home > Che cos’è Zambra e quali sono le sue origini?
mujer bailando la zambra gitana

Che cos’è Zambra e quali sono le sue origini?

Il Zingaro Zambra è una danza che fa parte della cultura flamenca. Ma la verità è che, a causa della grande mescolanza di culture che sono esistite in Andalusia nel corso della storia, la origine del flamenco rimane tuttora un mistero. La cultura degli zingari, un popolo nomade proveniente dall’India, è stata aggiunta al mix. Qui vi raccontiamo cos’è la Zambra, quali sono le sue possibili origini e come si è evoluta nel tempo fino a diventare patrimonio storico.

Che cos’è Zambra?

Il Flamenco Zambra è una danza tipica dei gitani di Granada, È il prodotto dell’evoluzione delle antiche danze moresche, Presenta quindi alcune somiglianze con la danza del ventre e con il ballo flamenco dei canti tarantini di Almeria.

Questa danza è composta da una serie di canti, balli, sortilegi, recitazioni e giochi musicali che formano un insieme intorno al tema centrale del matrimonio, con una partecipazione a maggioranza femminile.

Storia della Zambra

Origine

Conosciuta anche come Zambra Mora, la Zambra è una danza flamenca dei gitani di Granada. Sembra che il termine Zambra abbia il suo significato nel Parola araba zamra (flauto) o zamara (musicisti). La Zambra gitana è nata a Sacromonte, nelle grotte degli zingari. Uno stile di canto e danza ispirato ai matrimoni musulmani locali.

Quando i mori furono perseguitati dai cristiani, si rifugiarono presso i gitani, così che questi ultimi finirono per arricchirsi con la loro arte. Con il passare del tempo, la Zambra del Matrimoni musulmani sono entrati a far parte anche dei matrimoni degli zingari del Sacromonte.

All’epoca, la gitana di Zambra si ballava a piedi nudi, indossando una lunga gonna con ampie pieghe legate ai fianchi che sembrava fluttuare durante la danza e una camicetta annodata sotto il petto.

Sviluppo

Nel XVI sec, l’Inquisizione proibisce la Zambra gitana a Granada per averla considerata una danza indecente. Filippo II voleva eliminare ogni traccia di culture diverse da quella cattolica. Ciò non ha impedito, tuttavia, di continuare a praticarla di nascosto. Nonostante i numerosi tentativi di eliminarla, a partire dalla conquista del Regno di Granada, questa danza fu protetta dalla comunità gitana del quartiere del Sacromonte, che ne assicurò segretamente la sopravvivenza.

Così, con una strada piena di ostacoli, la Zambra riuscì ad arrivare al XIX secolo, quando divenne un’attrazione esotica per i primi turisti che mettevano piede in queste terre. Gli autori romantici iniziarono a lodare la il tema degli zingari del Sacromonte nelle sue opere, che erano sempre ritratti mentre ballavano il flamenco. Per questo motivo, quando i viaggiatori romantici arrivavano a Granada con questa immagine nella mente. Un cliché che sarebbe stato rafforzato dagli stessi artisti che creavano i primi spettacoli per i turisti, che uscivano di casa già vestiti in costume da flamenco. In questo modo, le grotte del Sacromonte divennero una vera e propria icona della cultura spagnola.

Ma la Zambra flamenca era molto presente anche nella Generazione del ’27, Il punto di svolta fu il Concorso di Cante Jondo organizzato da Federico García Lorca, Manuel de Falla e altri membri del Rinconcillo. Un evento che si è rivelato un punto di riferimento nazionale, servendo a dare dignità e a promuovere questa nuova forma di cultura.

Patrimonio storico

Nel febbraio 2019, la Zambra di Granada è diventata una Patrimonio culturale immateriale dell’umanitàLo spettacolo è stato sostenuto da tutte le zambre gitane ancora oggi attive: La Rocío, Los Tarantos, La Canastera e La Venta del Gallo, oltre che da importanti personalità del flamenco come Salvador Amaya e Marina Heredia, ad esempio.

Ovviamente non si può pensare che la Zambra di oggi sia identica a quella degli inizi, ma il fatto che continui nella memoria della celebrazione del matrimonio come un atto rituale di enorme rilevanza, accompagnato dalle danze e dai canti che ne mantengono la singolarità, la rende un vero e proprio fenomeno sociale, culturale e musicale.

Post correlati
Qué ver en el Albaicín

Cosa vedere nell’Albaicín

L’Albaicín è il quartiere più antico di...
7 canciones mas

Le 7 canzoni di flamenco più famose della storia

Se è vero che tutti i generi...
monumentos-de-granada-mas-famosos

7 monumenti di Granada che vi ruberanno il cuore

Sia che stiate pianificando il vostro prossimo...

Spettacolo
Flamenco

Spettacoli giornalieri di flamenco dal vivo. Accompagni la sua esperienza con un’esperienza gastronomica in un bellissimo giardino all’aperto con una capacità di 150 persone.