Cosa vedere a Sacromonte

Il Sacromonte è uno dei quartieri più unici e idilliaci di Granada. Si trova su una collina rossastra nella parte orientale della città e confina con il popolare quartiere di Albaicín. Il Sacromonte è famoso per le sue case-grotta, le streghe gitane, la sua Abbazia e le sue famose scuole. Continua a leggere se non vuoi perderti nulla durante la tua visita alla capitale di Granada. Scopriamo tutti i luoghi essenziali da vedere a Sacromonte.

 

Storia del quartiere Sacromonte

Sacromonte è un quartiere di origine gitana. Nel XVIII secolo, arrivati da lontano, in particolare dall’India, si stabilirono sulle pendici del Cerro de San Miguel e sulle rive del Camino del Sacromonte, l’antica strada musulmana per Guadix. Qui iniziarono a costruire le loro abitazioni, le famose case-grotta. Oggi puoi visitare alcune grotte che hanno conservato il loro aspetto originale e dove puoi scoprire la storia e lo stile di vita dei loro antichi abitanti.

Inoltre, il flamenco è nato qui grazie ai gitani che vi abitavano. Canti, chitarra, cajón (tamburo a cornice) e battito di mani accompagnano da secoli questo quartiere, luogo di cantanti, chitarristi e ballerini di flamenco per eccellenza a Granada.

Oggi alcuni abitanti del Sacromonte vivono in altre zone della città e le loro grotte sono state trasformate in ristoranti, bar, tablaos o addirittura in alloggi per turisti.

 

Luoghi d’interesse di Sacromonte

Il Sacromonte offre diverse attrazioni turistiche che ti sorprenderanno come viaggiatore. Questi sono i più importanti e quelli che non devi assolutamente perdere:

Museo delle Grotte del Sacromonte

Come abbiamo già detto in un precedente articolo sui migliori musei di GranadaCi sono 11 grotte conservate in perfette condizioni che ricreano la vita quotidiana e le attività dei suoi abitanti nel passato. Queste grotte sono un’autentica rappresentazione dell’origine del flamenco e della cultura del popolo gitano. Il Museo Cuevas del Sacromonte è una parte essenziale di questo quartiere se vuoi conoscere la sua storia.

Abbazia di Sacromonte

Questa abbazia del XVII secolo è un altro luogo interessante da visitare a Sacromonte. Questo monumento si trova sul Il monte Valparaíso e le rive del fiume Darro. Attualmente è la residenza dei canonici, un luogo di accoglienza e pellegrinaggio, una chiesa parrocchiale e un museo ecclesiastico. La chiesa è dedicata alla Vergine Assunta. Agli inizi aveva solo una nave con transetto. Tuttavia, nel corso del XVIII secolo fu ampliata con una pianta a croce latina a tre navate, aggiungendo una cappella principale e un coro. L’Abadía del Sacromonte merita una visita sia per il suo valore architettonico che per la bellezza del suo ambiente unico.

Scuole di Ave Maria

Un’esperienza interessante potrebbe essere quella di visitare le Scuole Ave Maria. Nel 1888, Andrés Manjón y Manjón fondò la prima scuola gratuita per bambini in un carmen del Sacromonte, con il chiaro obiettivo di porre fine all’emarginazione sociale in questo quartiere. Questa scuola mirava a integrare nella società i bambini provenienti da famiglie zingare povere, attraverso la religione e la pedagogia cristiana, ma rompendo con il metodo di insegnamento tradizionale. Era favorevole al gioco all’aria aperta a contatto con la natura e al lavoro manuale che li avrebbe preparati a un mestiere in futuro.

Punti di vista del quartiere Sacromonte

Questo pittoresco quartiere ha diversi punti panoramici da cui puoi godere di meravigliose viste su Granada. Uno di questi è il punto panoramico dell’Abadía e l’altro è quello vicino al Museo Cuevas de Sacromonte. Entrambi offrono fantastiche viste panoramiche dell’Alhambra e della città. Inoltre, tendono a essere meno affollati del punto panoramico di San Nicolás. Puoi raggiungere questi punti panoramici con una bella passeggiata o in autobus.

Chorrojumo

La scultura Chorrojumo è un’altra attrazione di questo quartiere. Chorrojumo era un gitano che divenne famoso perché il popolare pittore del XIX secolo Mariano Fortuny ne fece un ritratto. Questo personaggio si chiamava davvero Mariano Fernández Santiago, era un fabbro e deve il suo particolare soprannome al getto di fumo che emetteva mentre lavorava il ferro. Divenne così popolare che finì per girare per l’Alhambra in costume, raccontando storie ai turisti, come modo per guadagnarsi da vivere. All’ingresso del quartiere troverai la figura di Chorrojumo, che dà il benvenuto a tutti coloro che si avvicinano al luogo.

 

Come arrivare al Sacromonte?

È possibile raggiungere il Sacromonte in diversi modi. Una è a piedi, andando verso la Carrera del Darro e il Paseo de los Tristes fino alla Cuesta del Chapiz. Questo è il punto di partenza del Cammino del Sacromonte, che conduce all’Abbazia. Tuttavia, ti consigliamo di indossare scarpe comode e di essere pieno di energia.

Un altro modo è quello di utilizzare i trasporti pubblici. La linea di autobus C34 parte da Plaza Nueva e si dirige verso il Sacromonte, terminando il suo percorso all’Abadía. Ne è disponibile uno ogni 20 minuti. Un’altra opzione è quella di prendere la linea C31 che sale fino a cuesta de Chapiz. Una volta lì, puoi continuare a camminare lungo il Camino del Sacromonte.

L’elenco delle attrazioni e dei luoghi da vedere a Sacromonte è piuttosto ampio, ed è anche fondamentale per conoscere la storia di Granada e l’origine del flamenco. Ma c’è anche un altro quartiere da non perdere: l’Albaicín, dove si stabilirono i musulmani durante l’occupazione. Inoltre, se sei un amante del flamenco, in questa zona potrai assistere a un autentico spettacolo di flamenco. tablao a Granada. A Los Jardines de Zoraya offriamo ogni sera diversi spettacoli con musica e danza dal vivo.

Articoli correlati